Dal 14 al 23 gennaio 2022

Fiera di Bergamo

Image Alt

Storia

IFA Bergamo

La Nostra Storia

Correva l’anno 1991, quando nell’antico castello dei Conti Calepio, nasceva la prima edizione della Rassegna dell’Antiquariato della provincia bergamasca.

Un nucleo di pochi e temerari operatori che decisero di intraprendere un appuntamento espositivo per presentare opere d’arte e arredi antichi in un contesto storico di grande fascino e prestigio.

I locali del castello venivano pertanto arredati secondo i criteri di uno spazio abitato,… migliaia sono stati i visitatori attratti dalla possibilità di vedere ed acquisire opere d’arte e allo stesso tempo visitare un antico maniero poco noto.
La rassegna antiquaria è proseguita per sette anni, poi a seguito delle continue richieste di ampliamento dell’evento, il tutto si trasferì al Centro Congressi Giovanni XXIII, in città di Bergamo, da quel momento assunse una nuova denominazione caratterizzandosi in BergamoAntiquaria.

Anche in questa nuova cornice espositiva di grande prestigio, l’esposizione assumeva un ruolo di primo piano tra le fiere di settore, ma la grande svolta avvenne quando si realizzò la Fiera di Bergamo.
Ancora una volta sempre con l’ausilio e la favorevole accettazione degli espositori, si decise di cambiare definitivamente la sede espositiva.

I grandi spazi, la comodità di allestimento e di raggiungimento della Fiera, hanno ridato un grande slancio all’evento, coinvolgendo anche un pubblico internazionale che in Italian Fine Art , il nuovo logo della manifestazione, ha trovato nella Fiera di Bergamo, un appuntamento annuale di primaria importanza nazionale.

Numerosi sono stati gli apprezzamenti da parte dei collezionisti e degli amanti dell’Antiquariato che hanno frequentato in questi ultimi sedici anni Italian Fine Art , divenendo così uno degli appuntamenti espositivi più attesi di tutto il nord Italia.

Italian Fine Art ha da sempre cercato e voluto distinguersi dalle tradizionali rassegne espositive antiquariali, pertanto negli ultimi anni è stata affiancata ad un altro appuntamento con l’Arte Moderna e Contemporanea creando sinergie e ampliando i pubblici interessati all’Arte nella sua eccezione più ampia.

Anche quest’anno si compirà un ulteriore restyling, per la prima volta in Italia, su oltre 13.000 mq. Di esposizione, tre settori merceologici: antiquariato, arte moderna e contemporanea e da ultimo i tappeti antichi sotto l’insegna di Sartirana Textile Art, daranno il via ad un unicum espositivo di grande prestigio.

Un ulteriore passo per accreditare sempre più il brand Bergamo nel contesto internazionale delle Fiere.